Un nostro laboratorio…

Un laboratorio di TheAlbero è

uno spazio ludico e al tempo stesso profondo, in cui, attraverso il gioco, conosciamo noi stessi/e e gli altri/le altre,

uno spazio creativo e di liberta’, in cui, quando creiamo, dispieghiamo le ali della liberta’ di espressione piu’ autentica e diventiamo narratori e narratrici della nostra storia,

uno spazio di condivisione e ascolto attivo, in cui raccontiamo e ci raccontiamo, protette/i nella frontiera tra realta’ e immaginazione,

uno spazio trasformativo che permette di vedere l’immagine della realta’ e la realta’ delle immagini, in un quarto tempo in cui l’impossibile diventa possibile,

uno spazio per la teatralita’ essenziale per attori e attrici ma soprattutto per non attori e non attrici,

uno spazio di esplorazione artistica in cui cerchiamo corrispondenze e interconnessioni tra il linguaggio visivo, corporeo, verbale, lo spazio che ci circonda e le persone che incontriamo.

Ilaria Olimpico, Uri Noy Meir

Immagini e Storie sulla diversità a scuola

Grazie ai ragazzi e alle ragazze della Scuola Pablo Neruda di Roma
per essersi messi in cerchio con noi, per aver condiviso storie di esclusione, per essere andati in scena mostrando la solidarietà e la valorizzazione della diversità.
Di seguito le loro riflessioni sul laboratorio*:

un grande insegnamento di vita… di non fermarsi all’apparenza.
in questo laboratorio ho esplorato le mie emozioni in modo non superficiale.
sento di non essere più quello di una volta ma sono cambiato dentro.
Ho provato emozioni uniche e indimenticabili.
Abbiamo iniziato a scoprire nuove tecniche di comunicazione attraverso giochi, immagini e teatro.
Questo progetto mi ha fatto capire ancor di più che è bello essere diversi, nessuno deve essere giudicato.
Prima del progetto, prendevo in giro.
…ci insegnano a capire che siamo ciò che siamo…
In questo progetto, mi sono sentita diversa ma sono stata felice di esserlo.
Siamo riusciti a diventare più uniti e solidali tra di noi.
È stato bello perchè nessuno imponeva le sue cose all’altro.
Abbiamo imparato a lavorare in gruppo e la modalità del cerchio è molto utile perchè ci dà la possibilità di ascoltare di più gli altri.
…soprattutto ci ascoltiamo.
potevamo dire ciò che pensavamo a turno senza essere contraddetti da nessuno.
Abbiamo scoperto cose nuove dei compagni,come paure, idee.
Credo che ha aiutato ognuno di noi.

neruda (2)

*Il laboratorio Immagini e Storie è stato svolto nell’ambito del progetto sulla diversità della Cooperativa Nuovi Orizzonti, grazie ai fondi del Municipio XIV. Approccio interculturale, Metodologia integrata: teatro dell’oppresso, fotografia partecipativa, narrazione partecipata, stop motion.