Il volo

Image

Sin da quando ero piccolo, ero affascinato dal volo degli uccelli. E forse ogni bambino lo è stato. Ma io non ne ero solo affascinato, ne ero rapito. Mi sedevo sulla terrazza della casa dei miei zii e guardavo il cielo, spiando ogni planata, ogni battito di ali. Mi incantavo a guardare gli stormi di uccelli che disegnavano macchie scure nel cielo pulito. I miei pensieri di bambino, come gli uccelli, si riunivano addensandosi in forme scure, che duravano un solo attimo, per poi virare, trovando una nuova forma e una nuova densità.


A volte sognavo di trasformarmi in un uccello dalle grandi ali e staccarmi da terra. Il mio desiderio era così forte che, a volte, in spiaggia, in estate, correvo dietro i gabbiani che spiccavano il volo per sentire la sublime sensazione dell’ascesa, della vittoria sulla forza di gravità, del distacco da tutto e tutti.


Mi inebriavo con i miei voli immaginifici e immaginari e spesso condividevo più tempo con la mia fantasia che con i miei coetanei.


Quando sono diventato grande, ho continuato a sentire il richiamo, forte, del cielo e la sensazione, chiara, di non essere a mio agio tra gli altri. Quando mi ritrovavo nelle miriadi di scatole in cui volevano rinchiudermi, nei palazzi, negli uffici, nelle case, sempre, guardando dalle finestre, ho cercato di ancorarmi al volo di un uccello, di far volare i miei pensieri sulle sue ali, di avere quell’attimo inebriante di distacco dalla terra.
Adesso che, nella mia maturità, ti ho incontrata, i tuoi occhi immensi e umidi mi aprono cieli di voli ampi e leggiadri e il contatto con il tuo corpo mi dà la stessa sensazione inebriante e sublime del distacco da terra.

Ilaria Olimpico

Foto: Uri Noy Meir

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s