L’ultima pecora

L'ultima pecora

Sono l’ultima. Sempre l’ultima. Mi mette fretta picchiettando il bastone sull’asfalto. Ma io ho scelto di essere lenta. Ho scelto di essere l’ultima. Sono stanca delle loro paranoie. Degli uni e degli altri. Ci mancava solo il muro. Mia nonna pascolava al di là di questo muro. Mia madre pascolava proprio dove sorge il muro. Io non ho un pascolo preciso. E comunque sono al di qua del muro. Allora ho scelto di essere lenta. Ho scelto di essere l’ultima. Quando dobbiamo fiancheggiare questo muro divento ancora più lenta. Voglio che lo guardino, voglio che ne sentano tutto il peso. Quando passiamo tra i soldati, divento, se possibile, ancora più lenta. Voglio che vedano l’assurdità, voglio che sentano il tempo diventare pesante. E’ per questo che ho scelto di essere l’ultima, per protesta.

Ilaria Olimpico

Foto: Uri Noy Meir

 

2 thoughts on “L’ultima pecora

  1. Forse questo è il video che più amo .. . Mi risuona di Vero Poetico.
    Come è Bello, Potersi dedicare all’Arte! Continuate .. continuate .. . se potete.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s