l’Eroe

l'Eroe

E l’Eroe si addormentò. Anche gli eroi hanno bisogno di dormire.

Ma il Ragno della Letargia iniziò a tessere intorno all’Eroe una ragnatela appena percettibile, bianca, sottile. La ragnatela coprì pian piano il braccio dell’Eroe, sempre pronto a intervenire, coprì il petto dell’Eroe, sotto il quale batteva ancora l’appassionato cuore, poi coprì il viso dell’Eroe, dai lineamenti morbidi e distesi, dal naso perfetto, dalle labbra carnose e paghe di bei sogni, infine coprì l’orecchio, ormai già sordo al mondo.

Allora l’Eroe fu completamente ricoperto dalla ragnatela della letargia, congelato sotto una lastra di ghiaccio senza volume e pietrificato per sempre.

Ilaria Olimpico

Foto: Uri Noy Meir

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s